I Sali Thalasso – Termali lavorano in sinergia tra loro e con altri minerali e vitamine presenti nel nostro corpo. Ad esempio, per l’utilizzo dello iodio abbiamo bisogno del rame, mentre il magnesio, il manganese e il potassio aiutano il silicio (ossa connettivo). Questi elementi, soprattutto quelli traccia, sono spesso più importanti delle stesse vitamine nella prevenzione delle malattie.
Oltre all’impiego dopo l’applicazione del fango questa miscela è un ottimo strumento per contrastare la ritenzione idrica e gli edemi, abbassare l’acidità del corpo e riequilibrare il ph naturale della pelle. Il nostro organismo percepisce il bagno salino come riattivatore del flusso della corrente corporea, stimolando i meccanismi di autoregolazione dell’organismo.
I bagni e gli impacchi salini termali sono particolarmente indicati come coadiuvanti nel trattamento di dermatiti di varia origine come psoriasi, eczema, dermatite atopica e seborroica, acne, micosi. Sono prive di effetti collaterali e, soprattutto nelle patologie croniche, possono essere alternate alla terapia a base di farmaci.
Poiché gli arti inferiori (piedi e gambe) hanno un influsso notevole sul benessere e sulla salute, l’immersione in acqua con i Sali talasso-termali disciolti dona un immediato sollievo in presenza di gonfiore, pesantezza, dolori e crampi notturni, geloni, secchezza e desquamazione dell’epidermide.
Il nostro organismo percepisce il bagno salino come un riattivatore di flusso della corrente corporea, stimolandone i meccanismi di autoregolazione.
I sali sono il naturale complemento della fangoterapia.

010