La caratteristica fondamentale di questo tipo di argille è quella di avere una conformazione cristallina di tipo lamellare pluristratificata che conferisce loro proprietà tissotropiche e viscoelastiche particolari una volta bagnate (inserite quindi in un mezzo acquoso).
La più interessante di queste proprietà è quella di poter assorbire grandi quantità di acqua (fino a 50 volte il proprio peso per le attapulgiti) e di adsorbire in maniera reversibile ioni e sostanze organiche.
Questa caratteristica è funzione diretta della loro conformazione lamellare in grado di esporre una grandissima superficie di interfaccia tra lamella e lamella a livello della quale si producono gli effetti delle cariche ioniche degli atomi di alluminio, ferro e magnesio di cui è costituito il loro reticolo cristallino e che è in grado di determinare i sopracitati fenomeni di assorbimento e adsorbimento.
Sfruttando queste peculiari caratteristiche delle argille lamellari e selezionando opportuni rapport di silico-alluminati argillosi in funzione del pH di reazione, è stato quindi possibile realizzare complessi di silico- alluminati lamellari caricati con oligoelementi minerali termali e ioni organici ad attività specifica.