Ove si riconoscano cause legate a patologie transitorie in cui si ritrovino i caratteri tipici dell’infiammazione:

1. DOLORE (dolor) per alterazioni biochimiche locali

2. RIGONFIAMENTO (tumor) dovuto all’edema

3. ARROSSAMENTO (rubor)per maggior afflusso di sangue nella zona interessata

4. AUMENTO della temperatura nella zona interessata (calor) in seguito all’iperemia locale ed all’aumento del metabolismo cellulare

5. FUNZIONALITA’ compromessa (functio lesa), inibizione della funzionalità dell’area colpita (specie se si tratta di un’articolazione) a causa del dolore e degli squilibri indotti dai meccanismi facilitatori dell’infiammazione (es. edema) sull’integrità delle strutture infiammate.

L’intervento topico con l’utilizzo del fango, dispositivo medico, a freddo o a caldo (secondo specifiche necessità), risulta idoneo ed efficace, significativo in termini terapeutici fisiatrico – riabilitativi.

016