I NOCICETTORI sono recettori nervosi sensibili a stimoli nocivi o potenzialmente tali.Rappresentano le terminazioni nervose libere presenti negli strati basali dell’epidermide, nel derma, nel periostio, nelle articolazioni ed in molte altre sedi dell’organismo umano. Non è noto come queste terminazioni nervose vengano stimolate: probabilmente il fenomeno e dovuto a sostanze che si liberano dalle cellule compromesse.La risposta alla stimolazione dei nocicettori è un atto riflesso che consiste in una contrazione dei muscoli flessori della parte stimolata, ed in una contemporanea inibizione dei muscoli estensori.Il riflesso che viene in tal modo evocato ha lo scopo di allontanare la parte dallo stimolo lesivo.

PROCESSO:

1. Al sopraggiungere dell’impulso nervoso al bottone sinaptico, le vescicole che esso contiene, ricche di messaggeri chimici (neurotrasmettitori), si fondono con la membrana cellulare liberando il proprio contenuto nella fessura sinaptica.

2. I neurotrasmettitori vengono quindi captati da specifici recettori posti sulla membrana postsinaptica, modificando la sua permeabilità al passaggio di ioni.

Si viene così a generare un potenziale post-sinaptico depolarizzante (apertura dei canali ionici, con risultante eccitazione) oppure iperpolarizzante (chiusura dei canali ionici, con risultante inibizione).

014