Salute ipertermale: fangoterapia

Questo trattamento del tutto naturale, in uso in campo reumatologico, fisiatrico e riabilitativo. I fanghi termali costituiscono una risorsa preziosa per la prevenzione e la cura della sintomatologia dell’artrosi e di molte patologie muscolari ed articolari, oltre che dei postumi di traumi e di fratture. Come comprovato da evidenze scientifiche, i benefici dei fanghi termali derivano dalla spiccata interattività delle loro componenti con i mediatori di infiammazione. Rispetto ai Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei, i fanghi termali assicurano risultati più duraturi sulla contrattura muscolare e sulla riduzione dei sintomi del dolore.

Fangoterapia

Le proprietà fisiche del fango consentono di innescare un meccanismo di scambio termico graduale con il corpo, secondo due modalità. Se riscaldati, i fanghi cedono il calore accumulato in modo progressivo, procurando una vasodilatazione che aumenta la circolazione locale e il rilascio di endorfine. Se raffreddati a basse temperature, assorbono invece calore dalla zona d’applicazione, consentendo una diminuzione della temperatura localizzata e un vasocostrizione. In ambo i casi, l’azione osmotica innnescata consente di eliminare i liquidi in accesso accumulati nei tessuti cutanea, con un’azione antiedematosa e una riduzione della sensazione di dolore.

THERMALIS HC

Il Biofango® di Thermalis

In questo contesto terapeutico, i fanghi ipertemali salsobromoidici del BTE (Bacino Termale Euganeo) rappresentano una risorsa unica, a cui il Ministero della Salute ha riconosciuto il livello di qualificazione…

Aggiornamento…
  • Nessun prodotto nel carrello.